Home Page > SPAZI DI FUTURO

SPAZI DI FUTURO
Con il progetto Spazi di futuro Cavv - Csv di Venezia promuove la realizzazione di azioni innovative e sperimentali volte ad attenuare l’impatto socio-economico della pandemia e sostenere la ripresa attraverso la riattivazione della collettività.

Obiettivo del progetto Spazi di Futuro è sostenere, tramite servizi, il volontariato promuovendo negli Enti del Terzo settore la crescita di una cultura progettuale e di rete qualificata, in grado di fornire risposte sempre più strutturali ai bisogni del territorio.


TIMELINE

Il progetto è iniziato con la manifestazione d’interesse, lanciata da CAVV - CSV di Venezia il 21 settembre 2021, rivolta a reti di Enti del Terzo Settore con sede nella Città Metropolitana di Venezia ed iscritti ai Registri regionali delle Organizzazioni di Volontariato e delle Associazioni di Promozione Sociale, nelle more dell’operatività del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

La dotazione finanziaria complessiva stanziata per il progetto è di € 120.000,00.

Le spese relative al servizio di supporto ed avvio delle iniziative saranno sostenute direttamente da CAVV – CSV di Venezia, nel rispetto del divieto di erogazione diretta in denaro delle risorse provenienti dal FUN o del trasferimento a titolo gratuito di beni, previsto dal Codice del Terzo Settore.

Sono state raccolte proposte fino al 31 ottobre 2021 e nel mese di novembre sono stati selezionati i progetti dal Consiglio Direttivo di CAVV – CSV di Venezia.

Spazi di futuro metterà quindi in rete 14 associazioni capofila e 34 associazioni partner, per un totale di 48 tra Odv e APS, avviando inoltre 55 collaborazioni.

Oltre ad associazioni ed enti del Terzo settore, collaboreranno ai progetti 14 diversi Comuni: Venezia, Campolongo Maggiore, Spinea, Martellago, S. Stino di Livenza, S. Donà di Piave, Portogruaro, Concordia Sagittaria, Camponogara, Dolo, Fiesso d'Artico, Mira, Stra e Scorzè.

A gennaio 2022 si sono svolti gli incontri di co-progettazione con le reti associative e ad oggi le proposte si stanno traducendo in azioni sperimentali in collaborazione con CAVV - CSV di Venezia, tramite il servizio di supporto ed avvio progettuale.


AREE D'INTERVENTO

1. Promozione della qualità della vita, di un rinnovato rapporto uomo/ambiente e della mobilità attiva;
2. Contrasto alla povertà e allo spreco alimentare;
3. Contrasto alla povertà educativa e alla dispersione scolastica.

IGEA: LO SPAZIO DEL BENESSERE

Associazione capofila:
 Anteas Campolongo Maggiore

Associazioni partner: Aps Dafne
Collaborazioni: Comune di Campolongo Maggiore

Con questo progetto, gli argini della Brenta nella località di Campolongo Maggiore si arricchiranno di un nuovo spazio dedicato al benessere e all’allenamento all’aria aperta, fruibile e accessibile a tutti. 


L’area IGEA sarà un’area ginnica attrezzata, collocata all’interno del Centro turistico “Brenta”, che consentirà ai cittadini di praticare liberamente attività motoria ed esercizi a corpo libero. Il progetto prevede inoltre un programma di appuntamenti con istruttori qualificati che coinvolgeranno i cittadini più anziani in percorsi di ginnastica dolce, rendendo IGEA uno spazio di incontro e socialità da vivere e attivare attraverso il movimento.




Locandina inaugurazione 10 settembre Cartello "Igea"
PER I PARCHI E LAGUNA

Associazione capofila:
 Auser Chioggia

Associazioni partner: Vivere Anteas a Chioggia OdV, Auser Sottomarina, Anteas Cavarzere OdV, Circolo Auser S. Anna di Chioggia OdV, Avis Chioggia
Collaborazioni:
Associazione Nazionale Bersaglieri sezione di Chioggia, Associazione Viva Piraghetto

Il progetto mira a sperimentare nuove modalità di fruizione di parchi e siti di interesse storico-naturalistico del territorio attraverso la tecnologia e l’innovazione digitale. In particolare, vedrà l’introduzione di una piattaforma digitale che accompagnerà visitatori ed escursionisti con numerosi contenuti e approfondimenti multimediali nei percorsi di visita e nelle esperienze di osservazione delle aree interessate, ovvero, Bosco Nordio e Forte San Felice a Chioggia e Parco Piraghetto a Mestre.

I volontari delle associazioni partner beneficeranno di un percorso formativo mirato all’acquisizione di competenze utili per la creazione dei contenuti digitali e per la gestione della piattaforma.


Locandina Inaugurazione 03 settembre
CAMMINI DI FUTURO

Associazione capofila:
 Anteas Incontro (San Donà di Piave)

Associazioni partner: Anffas S. Donà, Associazione Aps Solidarietà, Insieme si può
Collaborazioni: FIAB S. Donà Vivilabici, Club alpino Italiano Sez. San Donà, Associazione socio-culturale Four

Il progetto coinvolge anziani e persone con disabilità in una serie di incontri e occasioni di socialità all’insegna della natura, del movimento e della creatività, come forma di contrasto all’isolamento delle categorie sociali più fragili.

Si prevedono camminate nella natura e percorsi di ginnastica dolce nei parchi cittadini, escursioni e visite nei siti di interesse culturale e naturalistico del territorio, un laboratorio di fotografia e un concorso fotografico per la miglior documentazione delle esperienze vissute assieme.

Concorso fotografico Corso fotografia Gita Altino Gita Follina Ginnastica al parco Gita lungo la Piave vecchia
ANZIANI IN MOVIMENTO - PERCORSI IN NATURA

Associazione capofila:
 Circolo Auser Cavarzere Cona

Associazioni partner: Auser Insieme di Bojon di Campolongo Maggiore
Collaborazioni: UNITALSI di Chioggia, WWF di Campagna Lupia, Proloco Porto Tolle (di Rovigo)

Mobilità attiva, natura, coinvolgimento e intergenerazionalità: queste le parole chiave di questo progetto che si rivolge ai cittadini più anziani coinvolgendoli in cammini ed escursioni di gruppo alla scoperta dei luoghi di interesse ambientale e naturalistico del territorio. L’iniziativa vuole stimolare il desiderio della scoperta di luoghi che, per la loro bellezza, possano dare emozioni positive e favorisce socialità e coinvolgimento grazie alla dinamica di gruppo.

Tra le azioni previste si segnalano: l’escursione nella zona umida della Marice nel territorio di Cavarzere, la visita guidata all’Oasi WWF di Valle Averto nelle valli della Laguna veneta, l’escursione a Pellestrina in barca e bicicletta, la visita al Giardino Botanico Litoraneo di Porto Caleri a Rosolina, l’escursione al Delta del Po con navigazione e tragitto in bicicletta.

Brochure: Anziani in movimento
UNA TRIBÙ CHE PEDALA

Associazione capofila:
 Il Castello (Mestre)

Associazioni partner: Anffas Riviera del Brenta, Associazione Uguale OdV
Collaborazioni: Cooperativa Il Lievito

Il progetto promuove l’inclusione sociale e la partecipazione culturale di minori, giovani in condizioni di disagio o con disabilità e delle loro famiglie, con l’organizzazione di una serie di “giornate” di laboratori ricreativi, attività motorie all’aria aperta ed escursioni nel territorio.

Ogni giornata prevede il coinvolgimento dei partecipanti in percorsi ciclo-pedonali alla scoperta delle risorse ambientali e culturali del territorio, ma anche di realtà associative o virtuose situate lungo il tragitto, nelle quali sostare e condividere un momento di laboratorio ludico-educativo e di ristoro. La giornata rappresenta dunque un’occasione di inclusione e reciproca conoscenza tra i partecipanti, dove ognuno può portare e vedere valorizzate le proprie caratteristiche e peculiarità.

Tra le aree e i percorsi interessati dal progetto si segnalano: i Forti Marghera, Carpenedo, Rossarol e Mezzacapo, l’Oasi Lycaena, le ciclabili Lido-Alberoni, Maerne-Salzano, Riviera del Brenta-Dolo, Quarto d’Altino-Portegrandi.



Locandina 28 maggio 2022 Locandina 12 giugno 2022 Locandina 18 agosto 2022 Locandina 18 dicembre 2022
DISCOVER&GO

Associazione capofila:
 Sorridiamo Insieme (Chioggia)

Associazioni partner: Salute mia Aps, Associazione Carità Clodiense, Circolo Auser Antichi Murazzi

Il progetto coinvolge volontari e persone con disabilità in un percorso di formazione e consapevolezza orientato all’inserimento lavorativo nel settore turistico.

I volontari delle associazioni partner saranno formati sui temi della qualità della vita, del benessere e del turismo sociale inclusivo, un gruppo di adolescenti affetti da disturbo del neurosviluppo verranno invece coinvolti in una serie di laboratori e training dedicati allo sviluppo e all’accrescimento di abilità lavorative nei settori della ristorazione, del turismo e del tempo libero.

Il percorso vuole dunque favorire lo sviluppo delle autonomie personali e di vita degli utenti, valorizzarne il potenziale preparandoli ad un futuro lavorativo.
MIGLIORARE LA VITA: IL POTERE INCLUSIVO DEL VERDE

Associazione capofila:
 Insieme per la vita Odv (Spinea)

Associazioni partner: S.O.S. Handicap Bambini Invisibili Odv, Famiglie e Abilità Aps, Discovery Dogs Odv
Collaborazioni: Fondazione Antonietta e Riccardo Paoletti Onlus, Ugualextutti Aps, Erla Aps, Prosenectute Aps, Comune di Spinea, Comune di Martellago, Comune di Venezia

Il progetto promuove l’acquisizione di stili di vita sani e il miglioramento della qualità della vita attraverso il contatto con la natura ed esperienze multisensoriali capaci di abbattere distanze e favorire processi inclusivi tra le persone.

L’iniziativa si rivolge in particolare ai cittadini più anziani, a persone con disabilità in carrozzina, ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale e prevede il loro coinvolgimento in una serie di percorsi tra camminate, fitness outdoor, escursioni in barca e pedalate in tandem alla scoperta del territorio.

Tra le aree naturalistiche coinvolte nel progetto si segnalano l’Oasi Lycaena di Salzano, i Boschi di Mestre e del Parauro a Mirano, i Parchi di Spinea e dei Laghetti a Martellago, le isole lagunari di San Francesco del Deserto e di Sant’Erasmo.

Uscita all'Oasi Lycaena 02/10/22
CHI VA PIANO VA SANO... E VA LONTANO

Associazione capofila:
 Legambiente Veneto Orientale Pascutto Geretto Aps (San Stino di Livenza)

Associazioni partner: Il Bosco di San Stino Aps, La Quercia Aps
Collaborazioni: Baby Ranch Asd, Adas Onlus, Vivilabici, Comune di S. Stino di Livenza, Comune S. Donà di Piave

Il progetto prevede la mappatura dei territori di San Donà di Piave e San Stino di Livenza per la creazione di percorsi inclusivi di mobilità sostenibile nella natura.

Obiettivo è infatti quello di offrire alla comunità una varietà di percorsi, strutturati e con distanze calcolate, quale invito a conoscere e sperimentare luoghi di interesse storico, paesaggistico e naturalistico dove poter praticare attività motorie a piedi, in bicicletta, a cavallo ma anche forme di “ginnastica dolce” adatte a tutti quali il tai ij-yoga.  

Brochure: Chi va piano Pannello: Itinerario tra i parchi e i boschi di San Donà di Piave Locandina Festa in Bosco
COLTIAMIAMOCI COME FRUTTI DELLA TERRA

Associazione capofila:
 Auser Volontariato Il Ponte Odv (Concordia Saggitaria)

Associazioni partner: Auser LA CA.SA Odv, Auser San Michele Odv
Collaborazioni: Comune di Portogruaro, Comune di Concordia Sagittaria, Ente Ulss 4 Veneto Orientale

Auser il Ponte ha ideato il progettoColtiAmiamoci come frutti della terra" che coinvolge persone con disabilità con l’intento di incrementare le loro autonomie ma rendendoli consapevoli di quanto l’ambiente in cui viviamo è fondamentale per il nostro fabbisogno. Lo scopo di promuovere e sviluppare il concetto di relazione uomo/ambiente tramite attività a contatto con gli animali e la terra: Gita in fattoria didattica “Fattoria del Piave” conoscere quanto lavoro c’è dietro e allo stesso tempo essere in grado di adattarsi.

“Dal dire al fare” prevede collaborazioni con aziende agricole che daranno la disponibilità di cimentarsi nel duro lavoro dei campi.

L’obiettivo è di rendere consapevoli quanto siano fondamentali i prodotti della terra e di quanto sia importante collaborare e aiutarsi, adottando la capacità di adattamento e flessibilità in relazione alle mansioni riscoprendo nuove risorse dentro di sé.
MUSEO VIVO

Associazione capofila:
 Legambiente Riviera del Brenta (Dolo)

Associazioni partner: Il Portico Aps, ACLI Aps di Cazzago di Pianiga Aps, Fiab Mirano-Riviera del Brenta ambiente e biciclette Aps
Collaborazioni: A.S.D. Podisti Dolesi, Comune di Camponogara, Rocco Aps, Assiscout 7 Gruppo “Ursa Maior”, Pianeta Rurale Aps, Fondazione WWF Italia, Comune di Dolo, Comune di Fiesso d'Artico, Comune di Mira, Comune di Strà, Agriturismo e Fattoria Didattica La Chioccia, Osteria da Caronte, Trekking Italia, Città SO.LA.RE. Scs, Aps Hilarius-Gambarare Naturalis, Azienda agricola Longhin

Il progetto prevede la creazione di un museo diffuso e a cielo aperto di varietà dimenticate di alberi da frutto che, secondo un approccio partecipativo, coinvolgerà l’intera comunità in tutto il suo processo creativo, dalle fasi di progettazione, mappatura e realizzazione a quelle di valorizzazione e fruizione.

Museo Vivo si propone infatti di realizzare dei luoghi di condivisione, interazione e apprendimento che partano dallo stupore e dalla meraviglia che l'osservazione della natura provoca nelle persone. L’idea su cui si fonda è infatti quella di migliorare le “3S”: Sostenibilità, Salute e Socialità. Ciò sarà possibile promuovendo “luoghi con un significato” aperti a tutti, con accessi e percorribilità volti all'inclusione dei diversi soggetti quali bambini, anziani e persone con diverse abilità e che, trasformati in spazi pensati per le scuole, possano riportare i ragazzi fuori dagli edifici e far sì che respirino appieno la forte connessione con il loro territorio e la natura che lo identifica.

Per maggiori informazioni visita il sito:
https://www.legambienterivierabrenta.org/museo-vivo-piante-da-frutto-di-varieta-antiche-e-dimenticate/