Home Page > News > "Mary Wortley Montagu, una donna alle origini dei vaccini" - Evento online 8 marzo 2021
"Mary Wortley Montagu, una donna alle origini dei vaccini" - Evento online 8 marzo 2021 08 Marzo 2021
L'associazione Andos Comitato Portogruaro in collaborazione con Centro Diritti Malato Veneto Orientale Odv Portogruaro, Avis Venezia, Associazione In Famiglia, Associazione Migranti Venezia Orientale Onlus, Associazione Umanitaria Culturale Kosova, Associazione Al Hilal, Associazione Senegalesi Veneto FVG ha organizzato un evento online in occasione della festa delle donne, l'8 marzo 2021 alle ore 11.00 all'interno del "Concorso d'Idee per lo sviluppo di comunità sostenibili 2020/2021" indetto da Cavv - Csv di Venezia per la promozione del volontariato e l'animazione del territorio.

L'evento sarà trasmesso in streaming a partire dalle ore 11.00 fino alle 12.00. 

Lady Mary Wortley Montagu è, con il marito Edward nominato ambasciatore inglese, a Costantinopoli. Siamo nel 1717. Tra il personale dell’Ambasciata c’è Emanuel Timoni, dragomanno. Timoni e Giacomo Pilarino, entrambi laureati in Medicina a Padova, avevano scoperto che le contadine di alcuni villaggi ai confini dell'Impero Ottomano praticavano l’inoculazione del virus del vaiolo per immunizzarsi.

Lady Mary diventerà una sostenitrice di questa pratica, farà inoculare i figli e, tornata a Londra dove era scoppiata l’ennesima epidemia di vaiolo, convincerà la principessa del Galles e il di lei suocero, re Giorgio I, a ricorrere a questa pratica.

La sua sarà una battaglia difficile e le sue idee saranno considerate “un esperimento praticato da donne ignoranti”.

Poi anche Caterina di Russia si farà inoculare mentre Luigi XV di Francia, che aveva rifiutato la pratica, farà una fine atroce a causa della infezione di vaiolo che aveva contratto. Qualche decennio dopo Jenner scoprì il metodo della vaccinazione.

La storia di Lady Montagu è quella di una giovane donna, curiosa ed intraprendente, che sfida i pregiudizi di un mondo intero per affermare il bene della scienza e della salute collettiva.

Alla sua determinazione va ascritta la sconfitta di un virus che aveva ucciso nel corso dei secoli centinaia di milioni di uomini, donne e bambini. Solo nel 1979 l’OMS poté dichiarare eradicata questa malattia.
Rassenga Stampa
Potrebbe interessarti anche...