Home Page > News > Le riunioni del non profit, indicazioni dopo la conversione del "Cura Italia”
Le riunioni del non profit, indicazioni dopo la conversione del "Cura Italia”

Sono cambiate le indicazioni riguardo alle riunioni degli enti non profit dopo la conversione del “Cura Italia” e dopo il DPCM del 26 aprile 2020.

 

Ecco alcune indicazioni utili:

 

 

o   Termine entro il quale tutti gli enti non profit devono approvare il bilancio: 31 ottobre 2020.

o   Confermato il divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati, di manifestazione organizzate, di eventi e spettacoli con pubblico in presenza ed è stata rimandata ogni attività convegnistica o congressuale fino al 17 maggio 2020. Si evince quindi che ad oggi gli enti non profit non possano riunire in presenza gli organi sociali (assemblea, consiglio direttivo o di amministrazione, organo di controllo, ecc.)

o   Alle associazioni e alle fondazioni (riconosciute o non riconosciute) è possibile, anche se non previsto dallo statuto, riunire gli organi sociali in videoconferenza grazie al Decreto “Cura Italia”. Tale possibilità terminerà il 31 luglio 2020

o   Perché la videoconferenza sia valida è necessario: rendere noto l’ordine del giorno a tutti i partecipanti con relativa documentazione; il presidente dell’organo deve accettare la regolarità della riunione; ogni partecipante deve poter seguire, intervenire e votare in modo adeguato alla riunione; informare i partecipanti tramite quale strumento verrà effettuata la videoconferenza. Nella convocazione dell’organo tutte queste informazioni dovranno essere condivise e rese note ai partecipanti

o   Se un ente non profit non ha la possibilità di garantire tracciabilità e trasparenza delle riunioni in videoconferenza, è consigliabile rimandare la riunione in presenza a data da destinarsi. In caso di rinvio tutti i partecipanti devono essere avvertiti e informati sulle motivazioni di tale decisione

o   Gli enti non profit (diversi da Odv, Aps ed Onlus) possono utilizzare, nelle assemblee tenute in forma telematica, strumenti come il voto elettronico o per corrispondenza e il voto tramite consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto.

o   Per le Odv, Aps ed Onlus: le delibere di competenza dell’organo assembleare in scadenza in questo periodo potranno essere rimandate. Non è segnalata una data di scadenza per tali delibere; le modifiche agli statuti per l’adeguamento alla riforma del terzo settore dovranno essere effettuate entro il 31 ottobre 2020

 

 

Per maggiori informazioni: https://www.csvnet.it/component/content/article/144-notizie/3652-riunioni-non-profit-cosa-cambia-dopo-la-conversione-del-cura-italia?Itemid=893

Potrebbe interessarti anche...